martedì 11 ottobre 2016

Nuova terribile fatwa dell'ISIS: sterminate tutti i gatti


L'editto vieta la presenza di gatti nelle case islamiche e ne vieta anche l'allevamento.







Un nuovo terribile editto è stato emesso dal comitato centrale dello Stato Islamico del gruppo terroristico #Isis, e risulta essere nella piena tradizione violenta e crudele che caratterizza ogni sua azione. La fatwa fa divieto assoluto di ospitare gatti in tutte le case dello Stato e da il via ad uno sterminio di massa dei poveri felini a partire dalla città di Mosul. 
I musulmani residenti hanno avuto indicazioni precise da parte del califfato: il divieto assoluto di non opporsi alla ricerca degli animali da parte dei militari che hanno il compito di passare casa per casa  con l'ordine tassativo di catturare i gatti e di ucciderli.

Una crudeltà inutile

Il motivo di tanta inusitata crudeltà sta scritto nell'editto: i gatti sarebbero animali che contrasterebbero le credenze Jihadiste e ostacolerebbero con la loro presenza la loro ideologia. Oltre alla requisizione di tutti i gatti domestici, l'Isis ha proibito l'allevamento e la cura per questo tipo di felino in ogni città e luogo del califfato.

Nessun commento:

Posta un commento

vi ringraziamo per aver lasciato il vostro commento