lunedì 21 marzo 2016

BABESIOSI: ALLARME IN INGHILTERRA PER I CANI

La babesiosi è sbarcata nel Regno Unito dal continente americano dove è presente endemicamente: la sua diffusione e la sua pericolosità destano molta preoccupazione tra i veterinari inglesi.
L'allarme per una possibile epidemia di babesiosi è stato diramato, in questi giorni, visto l'esito, quasi sempre mortale, della malattia per i cani che la contraggono. 
In alcune contee inglesi ad est di Londra, sono stati infatti riscontrati alcuni casi di babesiosi con esito mortale per due cani dopo grandi sofferenze.

Le cause della malattia

La babesiosi, conosciuta anche come piroplasmosi,  è causata da un parassita monocellulare trasmesso dalle zecche, insetti che, proprio in questo periodo, cominciano ad infestare i prati e le aree verdi.
Alcuni comuni inglesi hanno provveduto a disegnare una mappa dei luoghi vietati ai cani perchè infestati dalle zecche e lo hanno fatto in notevole anticipo sul calendario primaverile. Solitamente la profilassi contro le zecche viene iniziata ad aprile e si protrae fino ad ottobre. 

Come si manifesta la babesiosi

La babesiosi, può manifestarsi in formi lievi e acute; nelle forma più grave, provoca negli animali infettati una fortissima anemia con febbre alta e ittero. In questa forma l'esito è, purtroppo, letale.

Nessun commento:

Posta un commento

vi ringraziamo per aver lasciato il vostro commento