mercoledì 22 luglio 2015

BETTI BELLANNO. SE AMI GLI ANIMALI LA DEVI CONOSCERE


Se ami gli animali non puoi non conoscere Betti Bellani di Loano

Se ami gli animali non puoi non conoscere Betti Bellani di Loano

Loano. Bellani Betti, titolare dell’Ottica Berto in via Ghilini, ha scritto due libri e organizza eventi per gli amici a quattro zampe. E’ stato presentato da circa un mese presso la Biblioteca Civica della città rivierasca il secondo libro “Le Avventure dei Berto’s 2.0” pro-pelosi dell’autrice, animalista convinta, Betti Bellani. Unico scopo, aiutare gli amici…
Leggi tutto...
 

BUS APERTI AGLI ANIMALI, ECCO CHE COSA DEVI SAPERE

Finalmente i Bus Aperti agli Animali: Tutti i Limiti e le Opportunità da Conoscere

 0
È sempre più accettata la presenza degli animali da compagnia nei luoghi e nei mezzi per il trasporto pubblico. Ultima la Regione Friuli Venezia Giulia che ha regolamentato la presenza di animali con un’apposita legge regionale. Vediamo insieme i limiti e le opportunità migliori per il trasporto degli animali sui mezzi pubblici.
Trieste 29/06/2015 – La regione Friuli è finalmente uscita dall’empasse che per mesi ha impedito ai cittadini di usufruire dei trasporti pubblici in compagnia dei propri amici a quattro zampe. Secondo la nuova legge regionale  L.5/2015 infatti, così come modificata all’art 21 comma 4 ex L. 20/ 2012,  in linea con i regolamenti già in vigore in altre città italiane, “Fido” potrà salire in autobus se al guinzaglio e munito di museruola.
Già da oggi cani e gatti potranno salire a bordo con regolare biglietto. Il provvedimento, con effetto istantaneo, dovrebbe essere già effettivo su tutte le linee dei principali centri urbani della Regione Friuli Venezia Giulia. Una grande conquista per i cittadini di TriesteUdine e degli altri comuni friulani, che fino ad oggi hanno dovuto sopportare una legge definita da molti ingiusta. Dopo mesi di proteste e di tira e molla, anche la Trieste Trasporti Spa, la Saf autoservizi di Udine, l’Apt di Gorizia e l’Atap di Pordenone, messe sotto pressione, hanno dato il via libera agli animali domestici sul trasporto pubblico locale.
Cani, gatti ed altri cuccioli d’affezione dunque, proprio come a Roma ed in altre città italiane, d’ora in poi potranno seguire i propri padroni su autobus, tram e metropolitane, purchè muniti di guinzaglio e museruola, o in alternativa, del trasportino.
“Tali accessori sono finalizzati a preservare sia l’incolumità degli altri passeggerisia degli stessi animali, molto spesso spaventati dai luoghi angusti ed affollati” spiega Alessandra Bozzola di Animalmania.it . Ma non tutti la vedono così e diversi animalisti intravedono ancora falle nella normativa approvata.
Tuttavia, ad eccezione di poche specie (animali con particolari alterazioni anatomiche/fisiologiche, o affetti da gravi patologie), e degli esemplari destinati all’assistenza dei non vedenti, tutti dovranno sottostare alle seguenti regole:
  • ogni autobus non potrà ospitare più di due animali per volta, pena sanzioni pecuniarie
  • pets pagano il ticket (sono esclusi solo i “cani guida”)
  • il proprietario è responsabile sia della pulizia della vettura, sia del comportamento del cucciolo
  • qualora il mezzo sia sovraffollato, l’animale potrà essere allontanato
  • guinzaglio e museruola sono obbligatori
  • è concesso l’utilizzo del trasportino in sostituzione della museruola
La diligenza del detentore farà quindi la differenza, evitando che si verifichino fastidiosi inconvenienti durante il tragitto.
Per maggiori informazioni sui trasportini per animali a norma e gli articoli da viaggio più utili per il trasporto di animali da compagnia.è possibile visitare il sito web  www.animalmania.it,


Mare a sei zampe: da nord a sud spiagge e stabilimenti balneari aperti ai cani

Il Sole 24 Ore

Non tutti i cani gradiscono il mare e non sempre la soluzione perfetta per i nostri amici a quattro zampe è portarli in spiaggia, soprattutto nei periodi più caldi dell’estate, se soffrono il caldo e non si bagnano volentieri. Importante inoltre stare attenti alle scottature solari, cui il cane è soggetto come tutti, nelle zone della pelle non coperte dai peli, e sui polpastrelli. Qui trovate i suggerimenti per fronteggiare il caldo di Aidaa, il decalogo dell’Enpa è qui, e quello dell’Istituto Zooprofilattico, qui. Ne abbiamo dato conto su 24zampe nei giorni scorsi.
Ma se il cane è amante del mare in uno stabilimento balneare attrezzato il divertimento è garantito. Quasi sempre sono richiesti microchip e libretto sanitario in regola, guinzaglio e museruola a disposizione in caso di necessità. In cambio, servizi come ciotole sempre a disposizione, ombra assicurata, magari una piscina aperta ai quattrozampe fanno parte della dotazione base degli stabilimenti balneari aperti ai cani. Veterinario a disposizione, educatore cinofilo e area agility rappresentano quegli optional che magari fanno la differenza. Ma da nord a sud del Belpaese, ogni padrone può trovare una soluzione a… sei zampe.
Se avete segnalazioni o suggerimenti, scrivete a 24zampe@ilsole24ore.com o lasciate un commento al post e sarete contattati.
FRIULI VENEZIA GIULIA: LIGNANO SABBIADORO, DOGGY BEACH
Lignano Sabbiadoro, provincia di Udine, è la località di vacanza perfetta anche per chi viaggia con i cani. La Doggy Beach di Via Lungomare Marin, in prossimità dello Stabilimento balneare n.1, è un’area di 8 km completamente delimitata e sicura, dove i simpatici amici a quattro zampe possono giocare e rinfrescarsi nello specchio d’acqua antistante. La Doggy Beach dispone di 90 ombrelloni e 10 postazioni vip e accetta cani di tutte le taglie, che sull’arenile devono essere tenuti al guinzaglio, lungo almeno 1,5 metri mentre possono entrare liberi in acqua a qualsiasi ora. Le barriere architettoniche sono azzerate così da permettere a tutti un facile accesso alla spiaggia. I numerosi servizi che offre comprendono punti acqua con ciotole, docce, cabine spogliatoio, una piccola piscina e un’area bar e ristorante a cui i cani hanno libero accesso al guinzaglio. La Doggy Beach si trova vicino alla zona pedonale ed è circondata da un’area verde ideale per fare passeggiate.
Per mantenersi in forma e divertirsi in spiaggia ci sono un campo di agility dog, un ricco programma di animazione, uno spazio di toelettatura self service e un corner shop. Inoltre, è presente un istruttore cinofilo e ogni settimana viene organizzato qualche nuovo evento pensato appositamente per i cani. Ai padroni sono richiesti il libretto sanitario aggiornato e il microchip. Il servizio veterinario è disponibile su richiesta mentre è presente un’infermeria dedicata direttamente sull’arenile. L’orario di apertura è il seguente: da maggio a settembre dalle 9.00 alle 19.00. I prezzi vanno da un minimo di 16 a un massimo di 25 euro, a seconda della stagione e della sistemazione in spiaggia che va dalla postazione con due lettini e ombrellone alla dog vip recintata, alla suite dog con gazebo, tende su tre lati, tre lettini di cui uno per il cane, cassaforte, tavolo e pouf.
VENETO: BIBIONE, SPIAGGIA DI PLUTO
Ombrellone e ferma guinzaglio: a Bibione (Venezia) se vuoi andare in vacanza con il tuo amico a quattro zampe puoi farlo nella Spiaggia di Pluto, pluripremiato arenile tra i primi in Italia ad aver dedicato un’apposita area ai cani (nella foto dal profilo Facebook)
pluto
. Posta all’estremità est della località balneare veneziana nel settore uno della spiaggia con accesso da via Procione a Lido dei Pini e aperta da maggio a settembre, la struttura nel 2009 è stata nominata miglior spiaggia percani d’Italia. In uno specchio d’acqua delimitato al fine di garantire l’accesso in mare deicani in tutta sicurezza, la spiaggia dispone di 200 ombrelloni dotati di ferma guinzaglio e distanti ben 5 metri l’uno dall’altro, con uno spazio destinato ai cani persino maggiore rispetto a quanto consigliato dalle direttive Enpa. La sabbia viene costantemente pulita e igienizzata con detergenti a uso veterinario e appositi macchinari.
Tra i tanti servizi che la spiaggia offre ci sono il noleggio di lettini e ombrelloni, ciotola per abbeverare il cane, kit di benvenuto, guinzaglio con doppio moschettone con cauzione di 15 euro oppure con proprio della lunghezza di non oltre 2 metri, accesso disabili, servizio di salvataggio, cassetta di sicurezza, doccette a misura di cane, noleggio trasportino percani adattabile anche alla bicicletta, ombrelloni igloo che riparano dal vento e assicurano la privacy, una Pet Card con tante sorprese entusiasmanti, servizio di dog sitter, snack bar self service. Il divertimento per i migliori amici dell’uomo è assicurato con i corsi gratuiti di educazione cinofila, che durante l’estate si tengono due volte a settimana, e i percorsi di agility dog. Nella Spiaggia di Pluto, i cani potranno anche gustare il famoso gelato Ice Bau e usufruire di un’area special dog dotata di ombrelloni con recinto dove correre e giocare liberi per avere più spazio e comodità.
Ai proprietari dei cani sono richiesti: microchip, libretto delle vaccinazioni in regola e antirabbica. Inoltre, dall’estate 2014, la spiaggia dispone del primo servizio di ambulanza per cani. A luglio e agosto l’ambulanza sarà presente in spiaggia. L’orario di apertura e a giugno, luglio e agosto dalle 8.30 alle 19.00. I prezzi vanno dai 13 ai 28 euro a seconda della stagione, della sistemazione in spiaggia che comprende dall’ombrellone con due lettini all’igloo e all’area special dog recintata. Tutte includono nel prezzo un lettino per cane, ciotola e guinzaglio.
PUGLIA: TORRE CANNE, BAUBEACH + BARI, BIBORANI DOG’S HOTEL
Con i suoi 800 chilometri di coste la Puglia è una delle regioni con i litorali più lunghi d’Italia, sull’Adriatico e sullo Jonio. Ciononostante sono ancora pochi i lidi attrezzati dove icani sono i benvenuti ed hanno libero accesso. Sui siti on line specializzati per i padroni di amici a quattro zampe sono indicati meno di dieci stabilimenti, che vanno comunque dal Gargano al Salento, e tra questi quelli ufficialmente riconosciuti sono delle eccezioni, come la Baubeach di Torre Canne (Fasano, Brindisi), spiaggia dichiarata “animal friendly”.
Attiva da quattro anni, prima in Puglia e tra le apripista nel Sud Italia, ammette cani di tutte le taglie purché iscritti all’anagrafe canina e muniti di certificato sanitario. E’ consentito il bagno agli animali. In Puglia c’è anche un hotel a cinque stelle per i cani: si trova a Bari ed è il Biborani Dog’s Hotel, aperto da Almo Bibolotti, finalista della terza edizione di “Masterchef” ed autore di libri di ricette, uno anche per gli amati amici a quattro zampe per riempire le loro ciotole con pranzi gustosi. La struttura è stata aperta da Bibolotti insieme alla moglie e permette ai proprietari di cani di lasciarli qui nei periodi di assenza e di vacanza. Ci sono ampie aree esterne in cui gli animali vengono lasciati liberi. Massima attenzione viene dichiarata da Almo Bibolotti per l’igiene e la cura di “Fido”.
CALABRIA: GIZZERIA, BOCALE, VIVO V., MONTEGIORDANO, CROTONE
Anche gli animali hanno il diritto alle vacanze e i proprietari non rinunciano a portare sulla spiaggia il proprio Fido. In Calabria esistono diverse strutture, dislocate in tutte le province, aperte anche agli animali domestici. “Certamente è un servizio utile che ci consente anche di avere più accessi alla nostra struttura”, commentano dall’Hang Loose Beach a Gizzeria, lo stesso luogo dove gli amanti del Kitesurf quest’anno hanno potuto ammirare le gare dei mondiali di questa disciplina grazie al vento favorevole che spira da quelle parti. “Ormai -prosegue la responsabile- è da anni che la nostra spiaggia è accessibile agli animali e non abbiamo mai avuto problemi anche perché sono sempre controllati dai proprietari”. Una spiaggia animal friendly, insomma, non ha più bisogno nemmeno di pubblicità. Pure in fondo allo Stivale, sulla spiaggia di Bocale a Reggio Calabria, i cani possono rilassarsi insieme ai loro padroni. Al lido Calypso Ye Ye sono offerte anche una ciotola per l’acqua e i croccantini, oltre a un ampio spazio per la sgambatura. Gli accessi sono liberi ma in sicurezza, ai proprietari viene chiesto infatti il libretto sanitario aggiornato e la museruola da usarsi in caso di necessità.
Che siano di piccola, media o grande taglia, a regolare l’accesso alla spiaggia e soprattutto il comportamento da tenere è comunque sempre il sano buon senso. Anche a Vibo Valentia il lido La Praia è molto frequentato. “Abbiamo moltissime richieste, talmente tante che non saprei proprio dire quanti accessi facciamo ogni estate”, dice la responsabile. Per chi cerca un lido animal friendly, il web offre diversi siti specializzati. Si possono trovare, così, anche il lido Damar Bau a Montegiordano (Cosenza) o le spiagge di Torre Melissa e Kahlua nel crotonese. E’ scontro, invece, nel comune di Crotone tra la Dog Beach associazione culturale sportivo cinofila “Mi fido di te” e l’amministrazione comunale. “Non ci hanno autorizzati al passaggio degli animali – lamentano dall’associazione – nonostante la spiaggia sia privata. Quest’anno non siamo sicuri di poter aprire ed è un peccato perché ne gioverebbe l’economia della zona. Stiamo insistendo per l’autorizzazione, speriamo che per agosto qualcosa cambi. Non ce la sentiamo di far venire qui le famiglie e fare rischiare loro una multa”. (Kronos)