martedì 30 giugno 2015

Finalmente i Bus Aperti agli Animali: Tutte i Limiti e le Opportunità da ConoscerE


È sempre più accettata la presenza degli animali da compagnia nei luoghi e nei mezzi per il trasporto pubblico. Ultima la Regione Friuli Venezia Giulia che ha regolamentato la presenza di animali con un'apposita legge regionale. Vediamo insieme i limiti e le opportunità migliori per il trasporto degli animali sui mezzi pubblici.
Trieste 29/06/2015 La regione Friuli è finalmente uscita dall’empasse che per mesi ha impedito ai cittadini di usufruire dei trasporti pubblici in compagnia dei propri amici a quattro zampe. Secondo la nuova legge regionale  L.5/2015 infatti, così come modificata all’art 21 comma 4 ex L. 20/ 2012,  in linea con i regolamenti già in vigore in altre città italiane, “Fido” potrà salire in autobus se al guinzaglio e munito di museruola.
Già da oggi cani e gatti potranno salire a bordo con regolare biglietto. Il provvedimento, con effetto istantaneo, dovrebbe essere già effettivo su tutte le linee dei principali centri urbani della Regione Friuli Venezia Giulia. Una grande conquista per i cittadini di TriesteUdine e degli altri comuni friulani, che fino ad oggi hanno dovuto sopportare una legge definita da molti ingiusta. Dopo mesi di proteste e di tira e molla, anche la Trieste Trasporti Spa, la Saf autoservizi di Udine, l’Apt di Gorizia e l’Atap di Pordenone, messe sotto pressione, hanno dato il via libera agli animali domestici sul trasporto pubblico locale.
Cani, gatti ed altri cuccioli d’affezione dunque, proprio come a Roma ed in altre città italiane, d’ora in poi potranno seguire i propri padroni su autobus, tram e metropolitane, purchè muniti di guinzaglio emuseruola, o in alternativa, del trasportino.
“Tali accessori sono finalizzati a preservare sia l’incolumità degli altri passeggerisia degli stessi animali, molto spesso spaventati dai luoghi angusti ed affollati” spiega Alessandra Bozzola diAnimalmania.it . Ma non tutti la vedono così e diversi animalisti intravedono ancora falle nella normativa approvata.
Tuttavia, ad eccezione di poche specie (animali con particolari alterazioni anatomiche/fisiologiche, o affetti da gravi patologie), e degli esemplari destinati all’assistenza dei non vedenti, tutti dovranno sottostare alle seguenti regole:
  • ogni autobus non potrà ospitare più di due animali per volta, pena sanzioni pecuniarie
  • pets pagano il ticket (sono esclusi solo i “cani guida”)
  • il proprietario è responsabile sia della pulizia della vettura, sia del comportamento del cucciolo
  • qualora il mezzo sia sovraffollato, l’animale potrà essere allontanato
  • guinzaglio e museruola sono obbligatori
  • è concesso l’utilizzo del trasportino in sostituzione della museruola
La diligenza del detentore farà quindi la differenza, evitando che si verifichino fastidiosi inconvenienti durante il tragitto.
Per maggiori informazioni sui trasportini per animali a norma e gli articoli da viaggio più utili per il trasporto di animali da compagnia.è possibile visitare il sito web  www.animalmania.it,

sabato 20 giugno 2015

LA NOSTRA ASSOCIAZIONE INFORMA E AIUTA CHI VIVE CON UN CANE

Carissimi proprietari di animali, la nostra associazione è nata con lo scopo di promuovere una proprietà responsabile e di creare la massima armonia tra voi, i vostri animali e il mondo che vi circonda.
Questo sito è ricco di informazioni sull'Educazione del vostro amico a quattro zampe, vi indiciamo ciò che dovete fare e non dovete fare per lui se lo portate in viaggio o in un albergo e soprattutto come vi dovete comportare in città.

La nostra associazione ha messo on line anche Cyberdogs Magazine, un giornale di cui siamo particolarmente orgogliosi, sul magazine trovere attualità e notizie che certamente vi interesseranno e soprattutto importanti informazioni sul cibo naturale e sui fiori di bach come rimedio per molti disturbi dei vostri amici.

Ci auguriamo che sia tutto comprensibile e utile per voi e per i vostri animali, in caso di dubbio chiamateci o scriveteci senza problemi.
Buona Lettura.
Manuela Valletti

RITRATTO DI RHODA
Ritratti d'amore 
dipingere con passione e creare ritratti fantastici di cani e di gatti, potrebbe esserci anche il tuo!
 Giovanna Ghezzi lavora spesso con noi e per noi e i nostri amici farà prezzi davvero speciali






AMICI PER LA VITA
Le nostre vite scorrono parallele con quelle dei nostri animali, sono i nostri amici, i nostri fedeli compagni. Ma la loro esistenza è più breve della nostra e quindi abbiamo sentito la...
Più informazioni 



La Leggenda del Ponte Arcobaleno

Un grande successo!
Dove vanno i nostri amati cani e gatti quando ci lasciano per sempre? Esiste un luogo dove loro ritornano ad essere sani e felici e sarà in quel luogo che li ritroveremo.....




SOLO PER TE
Tanti racconti di cani e gatti comuni ma irripetibili, certo vi ci riconoscerete 







Manuale di Pronto Soccorso Veterinario

Quando in famiglia vive un cane o un gatto è necessario avere una conoscenza di base di elementi di Pronto Soccorso Veterinario poichè anche il nostro amico potrà essere soggetto... 
Più informazioni 



SE RITENETE CHE I NOSTRI CONTENUTI SIANO UTILI, ISCRIVITEVI ALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE
Lo potete fare con una offerta libera!

 PAypAL


venerdì 19 giugno 2015

CANI E BAMBINI, AMICI SPECIALI? si, ma.....

CANI E BAMBINI, AMICI SPECIALI? SI MA.....

Da sempre sappiamo che i cani e i bambini vanno d'amore e d'accordo e che  i bimbi che hanno la fortuna di crescere con un cane in famiglia diventano più maturi, più responsabili, equilibrati e generosi, purtroppo recentemente abbiamo visto una realtà che ci preoccupa: due cani di grossa taglia hanno aggredito due bimbe del loro gruppo familiare provocandone addirittura la morte in una caso e ferite gravissime, nell'altro. Che cosa può essere accaduto a questi cani da sempre tranquilli compagni di gioco? Probabilmente nulla di grave dal punto di vista degli umani, ma veri e propri soprusi  dal punto di vista dei cani.
Ci sono delle regole ben precise che consentono ai nostri bimbi di giocare in tranquillità con i cani e queste regole devono essere assolutamente spiegate ai piccoli dai loro genitori senza dare nulla per scontato ed essendo ben consapevoli  che possedere un cane comporta delle responsabilità.
La prima di queste regole è senza dubbio il rispetto del cane da parte del bambino, specialmente se il bimbo arriva in  famiglia dopo di lui. Ci sono però altre regole da seguire perché tra cane e bambino si instauri una bella convivenza e un buon rapporto  e sono queste:
L'approccio tra cane e bambino deve essere lento e calmo, soprattutto se il cane è un cucciolotto. Bambino e cane non devono mai restare da soli, è compito dei genitori o comunque degli adulti, gestire la conoscenza tra due soggetti che vanno educati. 
Il bimbo che vuole giocare con il cane deve avvicinarsi lentamente e porre la sua manina sotto il naso del cane per fare in modo che lui senta "l'odore" del piccolo,mai allungare un braccio sopra la sua testa, il cane potrebbe pensare ad un tentativo di sottomissione.
Il piccolo non deve mai prendere il cane per la coda, la coda infatti è un elemento di comunicazione al quale il cane non vuole rinunciare e potrebbe ribellarsi.